Direttore Generale

Italia Pepe, Avvocato, esperta in materia di sanzioni amministrative pecuniarie con particolare riguardo alle violazioni in materia di scarichi in pubblica fognatura e rifiuti, in precedenza Avvocato per la Provincia di Milano oggi Città Metropolitana, da giugno 2014 è il Direttore Generale dell’Ufficio d’Ambito della Città Metropolitana – Azienda Speciale.

L’Ufficio d’Ambito rappresentativo di tutti i Comuni dell’Ambito metropolitano, ha affidato convenzionalmente – eccetto che per il Comune di Milano, dal 01/01/2014 e sino al 31/12/2033, la gestione del Servizio Idrico Integrato di acquedotto, fognatura e depurazione a Cap Holding S.p.A.

L’assunzione dell’incarico di Direttore Generale dell’Ufficio d’Ambito è avvenuta in concomitanza delle prime valutazioni dell’operato del gestore affidatario a seguito di un processo di regolarizzazione dell’assetto gestionale dei servizi idrici presente sul territorio provinciale che, nei due anni precedenti l’affidamento, si è evoluto con particolare rapidità. Tra le prime attività che ha avviato e coordinato vi è l’approfondita analisi gestionale condotta sul Gestore Cap Holding SpA e sull’operatore residuale Brianzacque Srl, la redazione delle “Linee di indirizzo per la gestione del Piano degli investimenti di cui al Piano d’Ambito”, il continuo monitoraggio degli interventi che finanzia l’Ufficio d’Ambito, il monitoraggio degli investimenti realizzati e pianificati nel Piano d’Ambito.

Nell’ultimo biennio ha ridefinito la struttura organizzativa dell’Ufficio d’Ambito attraverso una maggiore razionalizzazione dell’impiego delle risorse umane presenti ed il corretto impiego delle medesime, nonché valorizzando i profili professionali esistenti nella consapevolezza che l’offerta del miglior servizio al cittadino/utente passi sempre attraverso una solida e motivata struttura aziendale; ha altresì avviato il procedimento amministrativo sanzionatorio per illeciti in materia di scarichi in pubblica fognatura, con introiti da marzo 2015 a dicembre 2017 pari a € 388.740,00. E’ autrice di numerose pubblicazioni, collaborando stabilmente sin da gennaio 2013 con la rivista “Rifiuti Bollettino di Informazione Normativa”; di recente si è occupata della stesura del fascicolo monografico di Ambiente & Sicurezza “Servizio Idrico Integrato, il processo di cambiamento tra regolazione e strategie di gestione” con un capitolo dedicato al ruolo degli Enti di Governo d’Ambito ed alla disciplina degli scarichi in pubblica fognatura nella Regione Lombardia.

Da Gennaio 2015 fa parte del comitato tecnico-scientifico della rivista “Servizi a Rete”.

Da Maggio 2016 collabora con l’Associazione Nazionale Autorità ed Enti d’Ambito (ANEA).

Ha curato personalmente gli aspetti giuridici e l’intero processo di successione universale fra l’ATO Città di Milano e l’Ufficio d’Ambito della Città Metropolitana di Milano – Azienda Speciale, in ossequio ai disposti della L.R. n. 32 del 12.10.2015.

Alla data odierna l’Ufficio d’Ambito della Città Metropolitana di Milano coincide con il territorio dell’ex Provincia di Milano, che ricomprende 133 comuni, nonché il comune di Castellanza a seguito dell’avvenuto Accordo d’Interambito con la Provincia di Varese e dal 16.06.2016 altresì il territorio della Città di Milano, il cui Gestore del S.I.I. è MM S.p.A.

Da Novembre 2017 ha istituito l’Ufficio Controllo scarichi che, congiuntamente ai Gestori del Servizio Idrico Integrato, sino ad oggi convenzionalmente delegati, implementa la verifica dell’assetto degli scarichi delle aziende, con lo spirito di collaborare  fattivamente con i comparti produttivi al fine di generare condizioni operative che, nel premiare da un lato i comportamenti virtuosi, scoraggino dall’altro tutti coloro che operano non rispettando la normativa, a spese dell’ambiente e della collettività tutta.

A Gennaio 2018 ha consolidato la struttura organizzativa dell’Ufficio d’Ambito dando corso, in ossequio alla riforma del pubblico impiego, alla stabilizzazione dei lavoratori precari.

Ha curato l’adeguamento dei processi aziendali al Regolamento Europeo 679/2016 in materia di protezione dei dati personali, anche tramite la costituzione di uno specifico gruppo di lavoro.

Svolge abitualmente attività di formazione in materia di sanzioni amministrative e procedimento amministrativo, di cui è cultrice.