Autorizzazioni ex art.124, D.Lgs.152/06

La presentazione dell’istanza ai sensi dell’art. 124 del Dlgs 152/06 è da effettuarsi per le casistiche che non rientrano tra le seguenti:

  • le piccole e medie Imprese che, con l’avvento del D.P.R. 59 /2013, ricadono nella disciplina A.U.A.;
  • le Imprese che ricadono nella disciplina di Autorizzazione Integrata Ambientale
  • le Imprese che, ai sensi della normativa settoriale, sono da assoggettare a procedimenti di autorizzazione unica di natura differenti da quelli sopraelencati (per es. impianti soggetti alle disposizioni dellart.108 del D.Lgs.152/06)

La presentazione delle istanze di autorizzazione ex art. 124 DEL Dlgs 152/06  deve effettuarsi tramite l’apposita modulistica presente nella sezione “Modulistica”. E’ altresì possibile presentare la domanda online tramite il Portale dei procedimenti online.

Si invita, per agevolare la predisposizione delle istanze, a prendere visione in particolare delle seguenti normative:

Decreto Legislativo 152/06, parte terza;
Regolamento Regionale n.4/06, inerente il regime autorizzatorio degli scarichi delle acque meteoriche;
Regolamento del Servizio Idrico Integrato.

Il calolo degli oneri istruttori ATO, è come di seguito specificato:

  • Nuova autorizzazione  – 150 Euro (codice 1.1)
  • Rinnovo dell’autorizzazione – Rinnovo senza aggiornamenti – 75 Euro (codice 2.1)
  • Rinnovo dell’autorizzazione  – Rinnovo con aggiornamenti – 150 Euro (codice 2.2)
  • Aggiornamento dell’autorizzazione – Voltura – 50 Euro (codice 3.1)
  • Aggiornamento dell’autorizzazioni – Altre variazioni – 75 Euro (codice 3.2)

Il pagamento degli oneri dei procedimenti  come sopra indicato deve essere effettuato mediante bonifico bancario:

Banca Intesa San Paolo IBAN : IT61S0306901775100000000015

I pagamenti dovranno avere come intestatario il titolare dei conti indicati “UFFICIO D’AMBITO DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI MILANO – AZIENDA SPECIALE” con indicazione, nella causale, del nome dell’Impresa cui si riferisce il versamento e del codice di riferimento dell’atto richiesto.

Per gli oneri di istruttoria tecnica per il rilascio del parere da parte del Gestore, si rimanda ai   riferimenti  dei Gestori come sotto indicati che forniranno direttamente il costo del servizio e le modalità di pagamento.

In caso sia necessario acquisire il parere di due Gestori del SII differenti (Gestore della rete fognaria pubblica e Gestore dell’impianto di depurazione) l’utente dovrà versare gli oneri di istruttoria tecnica esclusivamente al Gestore dell’impianto di depurazione.

– PER AMIACQUE S.R.L.:
http://www.gruppocap.it/clienti/amiacque/servizio-clienti/autorizzazioni-scarichi-industriali

– PER MM METROPOLITANA MILANESE S.P.A.:
http://www.milanoblu.com/come-fare-per/autorizzazioni-agli-scarichi-industriali/

ONERI GESTORE DEL SII:

Con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione  n. 2 del 07/10/2019 è stata deliberata l’applicazione, tra l’altro, degli oneri istruttori a favore del Gestore del SII – a valere sull’intero territorio di ATO– relativi ai pareri resi in merito agli scarichi con presenza di sostanze pericolose, anche  per i procedimenti ai sensi  dell’art. 124 del Dlgs 152/06. Pertanto di seguito sono indicati gli oneri istruttori a favore del Gestore:

Tipologia atto Sostanze pericolose Oneri istruttori
Nuova, rinnovo, modifica sostanziale Assenza di sostanze pericolose 300 euro +IVA
Presenza di sostanze pericolose 450 euro +IVA

Procedimenti autorizzatori in deroga al divieto allo scarico in pubblica fognatura delle acque di drenaggio della falda ex art. 5 comma 8 del R.R. n.6/2019

Il nuovo R.R. n.6/2019 all’art. Art. 5 ha previsto (Disposizioni per l’allaccio alle reti fognarie) comma 8 che “E’ vietato lo scarico in rete fognaria nera o unitaria di scarichi di pompe di calore, di acque di falda emunte per operazioni di disinquinamento o drenaggio della falda, di acque di raffredda­mento indiretto, con esclusione di quelle provenienti da torri eva­porative, nonché di altre eventuali tipologie di reflui eventualmen­te previste dal regolamento d’ambito. In caso di impossibilità allo scarico in recapito diverso dalla fognatura, l’ufficio d’ambito può derogare al divieto di cui al presente comma, definendo le pre­scrizioni necessarie a garantire la corretta funzionalità del sistema”.

Il R.R.n.6/2019 attribuisce pertanto espressamente all’Ufficio d’Ambito la competenza in merito alla possibilità di derogare al divieto di scarico delle acque derivanti dal drenaggio della falda in rete fognaria nera o unitaria.

Oneri

con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione  n.2 del 5.09.2019 è stata deliberata l’applicazione dei seguenti oneri di procedibilità ed istruttori relativi ai procedimenti autorizzatori in deroga al divieto allo scarico in pubblica fognatura delle acque di drenaggio della falda ex art. 5 comma 8 del R.R. n.6/2019:

Oneri procedibilità Ufficio d’Ambito:

Tipologia atto Oneri di procedibilità
Istanza di autorizzazione in deroga per lo scarico in pubblica fognatura delle acque derivanti dai sistemi di drenaggio della falda

(art. 5 comma 8) del R.R. 6/2019

150 euro
Istanza di rinnovo dell’autorizzazione in deroga per lo scarico in pubblica fognatura delle acque derivanti dai sistemi di drenaggio della falda

(art. 5 comma 8) del R.R. 6/2019

75 euro
Variazione della titolarità – dell’autorizzazione in deroga per lo scarico in pubblica fognatura delle acque derivanti dai sistemi di drenaggio della falda

(art. 5 comma 8) del R.R. 6/2019

50 euro

Oneri istruttori Gestori del SII :

 Tipologia atto

Sostanze pericolose Oneri istruttori
Nuova, rinnovo, modifica sostanziale Assenza di sostanze pericolose 300 euro +IVA
Presenza di sostanze pericolose 450 euro +IVA